Peccati di Penna.
(Link al sito)
Oggi sul blog: Andrea Ferrari con Ti faranno del male il suo secondo testo Edizioni Leucotea.

Benvenuto su Peccati di Penna! Quando hai scoperto la passione per la scrittura?
A vent’anni. Tenevo un diario dei concerti a cui andavo e pubblicavo il tutto su di un blog, ho smesso però di scrivere poco dopo per motivi personali.

Qual è stato il tuo primo testo?
Credo “Il giovane Holden”. Lo lessi a quindici anni in vacanza, nell’arco di qualche ora. Più tardi lessi anche la “Trilogia della Fondazione”.

Quale genere letterario ti è più affine? Quale invece non riesci a leggere e/o a scrivere? 
Adoro lo stile di Bukowski e il linguaggio adoperato da Welsh in “Porno”, “Il Lercio” e “Trainspotting”. Sto cominciando ad apprezzare anche Hemingway. Non riuscirei a scrivere niente che riguardi il Fantasy o la Fantascienza (per quanto abbia adorato “Lo Hobbit” e “Starship Troopers”).

Come è stato il tuo percorso verso la pubblicazione?
Ho semplicemente scritto dei romanzi brevi e li ho spediti alle case editrici che ritenevo di mio interesse. Passando per 96, rue de la Fontaine, più piccola, a Leucotea, una via di mezzo tra la piccola e le media editoria indipendente.

Come è nata l’idea di Ti faranno del male? Cosa ti ha ispirato?
Le descrizioni dell’ambito psichiatrico derivano dal mio essere particolarmente ferrato in materia, per quanto non sia un medico e il romanzo non vada preso alla lettera. La descrizione del quotidiano in prima persona deriva dal mio amore per Bukowski. Il linguaggio crudo, da Welsh. La storia è una mia invenzione. Semplicemente mi piace scrivere.


Quanto c’è di te in questo testo?
Alcune parti sono autobiografiche.

Hai mai affrontato il “blocco dello scrittore”? Come lo hai superato?
Fino al mio ultimo romanzo pubblicato, no. Adesso, si. Ho scritto quasi cento cartelle per il mio terzo romanzo ma, non mi soddisfano. E non ho altre idee.

Cosa vuoi comunicare con il tuo Ti faranno del male?
Malinconia.

Cosa pensi del Self-Publishing?
È un’alternativa che non prendo in considerazione, per quanto la conosca poco.

Quali sono i tuoi progetti futuri? 
Continuare a pubblicare e se Dio vuole farmi un nome, perlomeno nel sottobosco.

Grazie ad Andrea Ferrari per averci dedicato il suo tempo. In bocca al lupo e buona scrittura!

FOLLOW ME

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Icona sociale
  • Blogger Icona sociale

© 2017 copyright by Andrea Ferrari.